23 dicembre 2012

I libri del 2012


Giorgio Albertini
L'ultima battaglia dei Templari. Hattin e la caduta di Gerusalemme
Newton & Compton
Esemplare dimostrazione di come sia possibile scrivere sui Templari in maniera seria e documentata, il libro offre una fedele descrizione dell’evento che fece da spartiacque nella bicentenaria storia dell’Ordine e degli stati crociati d’Oriente. Voto: 7/10

Guido Araldo
I Templari e il filo segreto di Hiram
Il Mio Libro – Gruppo Editoriale L'Espresso
Sulla scia del filone editoriale inaugurato dal duo Knight & Lomas, questo testo di Guido Araldo ci sembra uno sterile guazzabuglio dei più consunti luoghi comuni sui Templari, partendo dai riti misterici, per passare alla gnosi, alla filosofa Ipazia, a papa Silvestro II, Nostradamus, i Rosacroce, la Massoneria, i Tarocchi, fino ad arrivare agli Stati Uniti d’America. Senza dimenticare l’immancabile Bafometto. Voto: 3/10

Giampiero Bagni
Templari a Bologna. Sulle tracce di frate Pietro
Penne e Papiri
L’Autore, già conosciuto per un precedente lavoro sull’argomento, illustra i risultati delle ultime ricerche sui Templari di Bologna, i cui beni risultano accuratamente identificati grazie alle notizie riguardanti il loro passaggio ai giovanniti. Nell’opera viene inoltre affrontata la vicenda di Pietro da Bologna, personaggio chiave per la preparazione della difesa dell’Ordine nel marzo 1310, ma del quale si persero quasi immediatamente le tracce. Voto: 8/10

Sandro Bassetti
I Templari in Umbria
Intermedia Edizioni
Utile resoconto sulla presenza dei Templari in Umbria, contenente interessanti spunti per ulteriori ricerche. Voto: 7/10

Franco Cardini / Raffaele Licinio
Il naso del Templare
CaratteriMobili
Simpatico volumetto, con un saggio del prof. Cardini su Ruggero da Fiore. Voto: 6/10

Carlo Castignani
Templari e Ospitalieri nelle Marche (XII-XIV secolo) (Estratto da “Atti del XLV Convegno di Studi Maceratesi”)
Tipografia S. Giuseppe
Seria ed approfondita indagine sui possedimenti dei due ordini, sulla base della bolla con cui Clemente V, nel 1308, ordinò ai vescovi di Jesi e di Fano di processare i Templari della Marca anconetana. Dispiace che studi così accurati non trovino accoglienza presso un pubblico più numeroso. Voto: 7/10

Simonetta Cerrini
L'apocalisse dei Templari. Missione e destino dell'ordine religioso e cavalleresco più misterioso del Medioevo
Mondadori
Un bel libro, da leggere tutto di un fiato, che cattura l’interesse del lettore mantenendolo vivo fino all’ultima pagina. Ricco di citazioni e collegamenti, il volume contiene il testo integrale dell’esortazione scritta da Ugo di Payns per i propri compagni d’arme, sino a poco tempo fa erroneamente attribuita ad Ugo di San Vittore. Voto: 7/10

Pietro Diletti / Nunzio Sardegna
L’Ordine del Tempio e San Bevignate. Tracce templari nell’appennino umbro-marchigiano
Guerra Edizioni
Ottimo lavoro, questo del sacerdote don Pietro Diletti, che esplora in maniera pressochè esaustiva il territorio dell’appennino umbro-marchigiano, alla ricerca dei beni posseduti dai Cavalieri del Tempio. Nondimeno, troviamo incomprensibile e del tutto fuori luogo il pensiero sufi riportato in quarta di copertina. Una domanda, desideriamo rivolgere al parroco don Diletti: ma i Poveri Commilitoni di Cristo, per Chi sono andati a morire? Voto: 7/10

Manuela Girgenti / Salvatore Girgenti
Le radici ebraiche dell'ordine templare: un'ipotesi di ricerca
Pietro Vittorietti Edizioni
Dopo tanti anni, pensavamo ormai di averle sentite tutte, ma questo testo, francamente, supera ogni immaginazione. Una vera e propria “perla”, frutto, senza alcun dubbio, di una scarsa conoscenza dell’Ordine. Ai due incauti Autori consigliamo la lettura approfondita di testi fondamentali, quali il “Liber ad Milites Templi” di San Bernardo, di alcune importanti bolle papali, come la “Omne Datum Optimum”, e di altre documentazioni coeve, come il poco considerato (e ancor meno compreso) “Ego Promitto”. Voto: 2/10

Enio Iezzi
Crociati in Romagna - I Templari
Walberti Edizioni
Libro di carattere divulgativo, non esente da errori, anche notevoli, in virtù di una bibliografia piuttosto zoppicante. Apprezzabile nelle parti riguardanti la presenza templare in Romagna e i processi di Cesena e Ravenna, molto meno in quelle sui tratti generali dell’Ordine. Bella la veste editoriale ed anche le illustrazioni, alcune delle quali, per la verità, poco appropriate. Voto: 5/10

Domenico Lancianese
I Templari, Dante e i Fedeli d'Amore. Poesia ed eresia all'epoca dei Templari
Edizioni Cenacolo Pitagorico Adytum
Con questa nuova uscita, l'Autore prosegue nella saga delle sue personali elucubrazioni sui Templari. Senza ritornare su quanto già espresso, in altre occasioni, sull'argomento, siamo convinti che uno studio preliminare serio ed approfondito del Sommo Poeta, oltre ad una conoscenza puntuale delle reali vicende dell'Ordine del Tempio, farebbe evitare di scrivere testi del genere. Voto: 3/10

Gianfranco Manchìa
Cristo nel labirinto. La scoperta dell'idolo dei Templari
Palombi Editori
Se da principio avevamo accolto con una certa curiosità le notizie riguardanti l’affresco del Cristo nel Labirinto scoperto ad Alatri, dobbiamo, al presente, censurare i contenuti fuorvianti di questa nuova pubblicazione. Possibile che non si riesca a mantenere il dovuto equilibrio davanti ad una superba testimonianza di arte cristiana? Per fortuna, i recenti restauri hanno contribuito a ristabilire la verità e la corretta interpretazione dell’icona. Voto: 3/10

Helen Nicholson
I Templari
Osprey
A distanza di circa un anno, una nuova versione, questa volta ancor più fedele, del volumetto originale inglese. Solo per le edicole. Voto: 9/10

Michele Paolo Puntoriere
L'Ordine del Tempio. Tra storia e leggenda
Città del Sole Edizioni
Libro di taglio dilettantistico, contenente diversi errori e numerose fandonie, in virtù di una bibliografia veramente inconsistente. Nel testo viene riportata una serie di vicende non attinenti all'Ordine, tra cui il cosiddetto "taglio dell'olmo", sciocchezza, senza dubbio, tra le più emblematiche. Come è stato giustamente sottolineato nella breve nota biografica sull'Autore, "questa tipologia di studi non si improvvisa"... Voto: 2/10

Domenico Rotundo
Le Origini Nocerine di Ugone dei Pagani ed i suoi misteriosi rapporti con i Saraceni
Edizioni Nord-Sud
Non ce ne voglia, il nostro amico professor Rotundo, ma questa storia di Ugone dei Pagani proprio non ci convince. Voto: 6/10

Antonio Sabia
Hugo de Paganis: cavaliere della Champagne o della Basilicata? Miti, leggende e castronerie da comprendere sull’ordine dei Templari
Il Mio Libro – Gruppo Editoriale L'Espresso
Puntuale e concisa disamina sull’annosa polemica instaurata a proposito delle presunte origini italiche del primo maestro del Tempio. Vivamente consigliato a quanti volessero schiarirsi le idee sull’argomento. Voto: 7/10

Federico Sanapo
San Giovanni al Sepolcro. Il Segreto dei Templari
Il Mio Libro – Gruppo Editoriale L'Espresso
E’ sempre difficile recensire testi in cui si spacciano delle inesattezze per verità storiche. Se poi le stesse vengono insaporite con i soliti condimenti, tipo Egitto, Cabala, Massoneria, Gesù sposo della Maddalena, etc... Voto: 2/10

Carlo Tedeschi (a cura di)
Graffiti templari. Scritture e simboli medievali in una tomba etrusca di Tarquinia
Viella
«I Templari c’entrano sempre…», scrive Umberto Eco ne “Il pendolo di Foucault”, e sembra proprio che questa volta c’entrino pure con i graffiti rinvenuti all’interno della “Tomba Bartoccini” di Tarquinia. L’attribuzione dei graffiti ad alcuni templari, probabilmente appartenenti alla domus di Corneto, apre uno spaccato inedito sulle abitudini sessuali di questi frati, i quali, stando a quanto evidenziato, avrebbero intrattenuto ripetuti rapporti con donne. Nel testo, che contiene una serie di autorevoli contributi, viene infatti formulata l’ipotesi che essi utilizzarono l’ipogeo, sacralizzandolo, per compiervi atti sessuali e pronunciarvi un giuramento”. Tuttavia, a parte alcune perplessità circa l’interpretazione delle abbreviazioni riportate nei graffiti, ciò che induce a un certo scetticismo è, senza dubbio, la mancata individuazione del motivo per cui questi templari avrebbero dovuto lasciare una cronaca esplicita delle loro prodezze, affidandone la testimonianza ai graffiti anzi detti. In attesa di più puntuali verifiche, riteniamo corretto sospendere ogni giudizio sulla presente opera. Voto: n.g.

Uberto Tommasi
Guida di Verona templare – A guide to templar Verona
DamolGraf Editore
Benchè sprovvisto, in molti punti, dei necessari riscontri documentali, questo testo riesce, tuttavia, a catturare l’attenzione del lettore, grazie alle belle illustrazioni in esso racchiuse. Alcuni interessanti indizi meriterebbero, a nostro avviso, un ulteriore approfondimento. Voto: 6/10

Alessio Varisco
La Soluzione dei Templari
Effigi Edizioni
Volume di una certa consistenza, anche se con alcune imprecisioni. Ottimo nelle parti riguardanti il processo di Ravenna ed il profilo di Rinaldo da Concorezzo, merita senz’altro un buon giudizio. Voto: 8/10

Salvatore Verde
Il cavaliere templare di Tursi
Edizioni Giuseppe Laterza
Interessante lavoro, che affronta la storia del “cavaliere templare di Tursi”, rimasto ancora non identificato, senza mai deviare dal rigore scientifico o scadere in scontati localismi. Voto: 7/10

AA. VV.
Atti del XXIX Convegno di Ricerche Templari
Penne e Papiri
Tradizionale appuntamento annuale con la raccolta delle relazioni presentate dagli studiosi della LARTI. Voto: 8/10

AA. VV.
Deus Vult – miscellanea di studi sugli Ordini militari – II – 2012
Penne e Papiri
Seconda uscita per la rivista sugli ordini militari curata da Cristian Guzzo e Nadia Bagnarini, con un comitato scientifico di grande spessore internazionale, in cui figurano, tra gli altri, anche Anthony Luttrell ed Helen Nicholson. Voto: 7/10